Pasquale Aliberti, ex sindaco di Scafati, tenta il suicidio dopo averlo annunciato su Facebook

Prima le dichiarazioni choc in un post su facebook e poi il tentativo di suicidio attraverso l’ingestione di una dose eccessiva di psicofarmaci. Protagonista della dolorosa vicenda è l’ex sindaco di Scafati, Pasquale Aliberti,imputato nel processo «Sarastra», che è in corso al Tribunale di Nocera Inferiore.

Il dottor Aliberti da tempo, indagato e poi imputato, attualmente ha il divieto di dimora nella sua città dove vivono la moglie e i suoi due figli.  «Dopo 400 giorni di misura cautelare, dopo tutta la violenza subita da questa indagine, dopo l’ultima udienza di oggi, l’unica soluzione è farla finita. Mi stanno distruggendo da anni sul nulla».

E’ solo una parte del post che ha pubblicato sulla sua pagina facebook. Secondo la prima ricostruzione, Aliberti sarebbe stato soccorso dai familiari all’interno dell’abitazione di Nocera Superiore e poi trasportato all’ospedale di Nocera Inferiore.

Sarebbe fuori pericolo ma moralmente a pezzi dopo l’udienza di ieri in tribunale durante la quale il suo avvocato Silverio Sica avrebbe minacciato di lasciare l’incarico dopo gli attacchi che avrebbe subito in udienza.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento