Parco Velia-Paestum, numeri da record nonostante l’emergenza sanitaria. Intervista a Zuchtriegel

Radio ALFA, LIVE • LOCAL • SOCIAL
Skill Alexa di Radio Alfa per dispositivi Amazon Echo

Il sito archeologico di Velia ha fatto registrare un’estate da record, nonostante l’emergenza sanitaria, con un incremento dei visitatori del 59% rispetto allo scorso anno nel periodo dal 21 giugno al 6 settembre.

Il mese di agosto, in particolare, ha visto un incremento del 117% delle visite. Ricordiamo che da febbraio 2020 il sito, patria del filosofo presocratico Parmenide, è stato accorpato all’autonomia di Paestum su volontà del Ministro dei Beni Culturali e del Turismo, Dario Franceschini, sotto la guida del direttore Gabriel Zuchtiregel. Ha inciso positivamente anche la messa in sicurezza e riapertura al pubblico di molte aree e monumenti, tra cui Porta Rosa, simbolo del sito archeologico, chiuso al pubblico alcuni anni fa, ma anche il boom del turismo domestico estivo nel Cilento determinato dalla crisi sanitaria. Quando il 18 maggio abbiamo riaperto Velia e Paestum, è stato tra i primi siti in Italia a spalancare le porte al pubblico dopo la pandemia.

 

In crescita anche i flussi nell’area archeologica e nel museo di Paestum dove, durante il mese di agosto, in molte giornate è stato raggiunto il numero massimo di visitatori consentiti all’interno del Parco, così come determinato dal piano di sicurezza anti-contagio. Nel periodo dal 21 giugno al 6 settembre, a Paestum sono stati registrati 74mila ingressi.

A Radio Alfa il direttore del Parco Velia-Paestum, Gabriel Zuchtriegel
Zuchtriegel su numeri Velia e Paestum

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su FacebookTwitter e Instagram.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Vipnet, la soluzione per internet e voip senza linea fissa

Lascia un Commento

Contattaci whatsapp