Parco Archeologico di Paestum. 45mila euro dal Pastificio Amato per far ripartire gli scavi

Inizieranno il prossimo 17 ottobre gli scavi per portare alla luce i quartieri dove vivevano i costruttori dei templi di Paestum. Ad annunciarlo è stato il direttore del Parco archeologico di Paestum, Gabriel Zuchtriegel. Il progetto potrà essere realizzato grazie al contratto di sponsorizzazione siglato con il pastificio Antonio Amato, rappresentato da Giuseppe Di Martino. L’azienda salernitana ha investito 45mila euro per il finanziamento di borse di studio di ricerca per due archeologi, che collaboreranno alle attività di scavo per i prossimi tre anni. Gli scavi interesseranno la parte ovest del Tempio di Nettuno nei quartieri abitativi della città antica.

Dall’inizio dell’anno sono state raccolte a Paestum donazioni e sponsorizzazioni per un importo complessivo di 80mila euro. Zuchtriegel ha anche spiegato che quello di Paestum è il primo museo autonomo in Italia che scava. Prima erano le Soprintendenze.

Lascia un Commento