Palinuro (SA) – Si getta in mare per salvare bagnanti, muore giovane avvocato di Sala C.na

Si svolgeranno alle 17 di oggi nella chiesa di San Rocco a Sala Consilina i funerali di Giuseppe Paladino (nella foto), il quarantacinquenne avvocato del posto morto annegato ieri mattina nelle acque di Palinuro dopo aver tratto in salvo alcuni bagnanti. Il fatto è accaduto nello specchio d’acqua antistante la spiaggia delle Saline. In quel tratto la balneazione non era sicura a causa delle recenti forti correnti, e per questo motivo erano state esposte le bandiere rosse. Malgrado il divieto, però, un gruppo di temerari aveva deciso lo stesso di godersi il mare. Ad un certo punto, notando alcuni di loro in difficoltà, un paio di persone si sono immediatamente gettate in acqua; tra queste anche il giovane avvocato salese, che si trovava a Palinuro assieme alla moglie (al settimo mese di gravidanza, ndr) ed al figlio piccolo. I bagnanti sono stati portati in salvo. Purtroppo Paladino è stato travolto dalle onde e trascinato sulla battigia ormai esanime. Nonostante l’intervento prima di alcune persone che hanno cercato di effettuare una serie di massaggi cardiaci e poi del personale del 118 che ha proseguito nelle manovre di rianimazione, il quarantacinquenne non ce l’ha fatta ed è morto durante il trasporto in ambulanza all’ospedale San Luca di Vallo della Lucania per asfissia da annegamento.
Oggi il sindaco di Sala Consilina, Gaetano Ferrari, ha dichiarato il lutto cittadino per onorare il gesto eroico di Paladino. La salma dell’avvocato si trova ora presso la sala mortuaria dell’ospedale di Vallo della Lucania, in attesa di essere trasferita a Sala Consilina.

Lascia un Commento