Pagani (SA) – Operazione anticamorra, fermi e perquisizioni per tentato omicidio ed estorsione

Tentato omicidio ed estorsione. Con queste pesanti accuse due persone sono state fermate a Pagani dai Carabinieri del Reparto territoriale di Nocera Inferiore che hanno eseguito anche decine di perquisizioni con l’ausilio di unità cinofile per la ricerca di droga ed armi e di un elicottero. I due fermati sono Salvatore De Maio, di 32 anni, e Vincenzo Pepe, di 24 anni, entrambi pregiudicati, che secondo la Direzione Distrettuale Antimafia di Salerno sarebbero vicini al clan Fezza, attivo nel territorio paganese. L’accusa di tentato omicidio a carico dei due fermati si riferisce al tentativo di zittire un testimone e, parte offesa in un procedimento penale a carico di elementi del clan Fezza. La tentata estorsione si sarebbe invece consumata in danno di un commerciante di Pagani, minacciato affinché versasse somme di danaro in favore dei detenuti del clan. De Maio è accusato anche di tentata estorsione nei confronti di un altro commerciante di S. Egidio del Monte Albino. L’operazione odierna che ha portato al fermo dei due pregiudicati paganesi ha visto l’impiego di circa 140 carabinieri.

Lascia un Commento