Pagani (SA) – Furti di energia elettrica

Sta assumendo dimensioni inaspettate il fenomeno dei furti di energia elettrica a Pagani e in altri centri dell’Agro nocerino, commessi attraverso sofisticate manomissioni ai circuiti dei contatori elettronici allo scopo di far registrare consumi inferiori anche del 75% rispetto a quelli reali. I controlli dei Carabinieri, ieri sera, hanno portato all’arresto di un uomo di Sant’Egidio del Monte Albino, un 30enne, gestore di un ristorante, colto in flagranza di furto di energia elettrica. Nei giorni scorsi i carabinieri hanno accertato il furto di energia elettrica con il sofisticato sistema in una gioielleria del centro, il cui proprietario è stato denunciato in stato di libertà, mentre un’altra persona, un 55enne è stato arrestato sempre per furto aggravato, avendo accertato che l’alimentazione elettrica della sua abitazione avveniva attraverso un cavo abusivamente collegato alla rete ENEL. Infine la manomissione del contatore elettrico è stata riscontrata anche a casa di un 38enne di Sarno.

Lascia un Commento