Pagani, omicidio Coppola. Chiesto il rito immediato per i due indagati

Una coltellata per non aver voluto consumare un rapporto sessuale “gratis”. Fu uccisa per questo motivo Gorizia Coppola, la prostituta 44enne originaria di Nocera trovata senza vita all’alba del 3 maggio di quest’anno a Pagani. 

Per quell’omicidio sono stati accusati due giovanissimi di 18 e 22 anni. La procura ha chiesto il rito immediato. Per il sostituto Nuzzo gli elementi raccolti nel corso dell’indagine sono sufficienti per un processo.

L’episodio si verificò alle spalle del mercato ortofrutticolo (nella foto). Secondo gli investigatori, i due ragazzi paganesi prima proposero un “rapporto” gratis e poi, al diniego della donna con l’intento di spaventarla, le sferrarono una coltellata. 

Un unico colpo con una lama da circa 25 centimetri che raggiunse però la regione del basso sterno e fu mortale. Gorizia Coppola morì dissanguata, nonostante i soccorsi.

Ad entrambi viene contestata l’accusa di omicidio volontario

 

Lascia un Commento