Pagani: Gambino rientra in Consiglio regionale, le reazioni in Forza Italia

Alberico Gambino, consigliere regionale e già sindaco di Pagani, può tornare a sedere tra i banchi del Consiglio regionale della Campania. Questo avverrà probabilmente il prossimo 17 settembre, col reintegro vincolato alla scadenza naturale dei 18 mesi di sospensiva cautelare legati alla sentenza di primo grado del processo “Linea d’ombra”.

Gambino aveva dovuto lasciare l’incarico a seguito della condanna per il reato di concussione, a marzo 2013, quando era stato ritenuto colpevole del reato commesso contro la pubblica amministrazione. Il suo rientro in Consiglio regionale è destinato a rimescolare le carte e gli equilibri nel centro-destra. 
Si attende anche la pronuncia della Corte d’Appello per l’incandidabilità, che non dovrebbe avere effetti sul posto in Regione. In appello è atteso anche il processo “Linea d’ombra”, in relazione alla condanna per concussione e violenza privata.

Le Reazioni
I parlamentari salernitani di Forza Italia e altri esponenti del partito, nell’apprendere la notizia dell’imminente rientro in Consiglio regionale di Alberico Gambino e della sua possibile adesione a Forza Italia, esprimono perplessità e preoccupazioni sull’opportunità politica di un suo ritorno nel partito considerando più che dubbia, la sua appartenenza a Forza Italia.
Il coordinamento provinciale di FI esprime anche gli auguri più sinceri a Gambino perché possa definitivamente condurre a buon fine le vicende giudiziarie che lo vedono coinvolto. Ribadendo che le loro preoccupazioni non hanno "recondite ragioni personali nei confronti di Gambino", gli esponenti salernitani di Forza Italia ritengono che eventuali adesioni al partito di esponenti politici salernitani debbano sempre essere condivise con il coordinamento provinciale del partito.

Lascia un Commento