Pagani, condanna definitiva per Enrico Laierno. Tentò di rapinare un portavalori

E’ passata in giudicato la condanna per Enrico Laierno, il rapinatore che il 28 novembre 2014 tentò un assalto armato a un portavalori. Accadde a Pagani in pieno centro.

L’uomo sparò anche tra la folla e sulle guardie giurate. La Cassazione ha confermato la condanna inflitta in appello, ovvero 11 anni di carcere, rispetto ai 15 del primo grado. Le accuse erano di tentata rapina ma anche di tentato omicidio.Era la mattina del 28 novembre di 4 anni fa, Laierno, con il viso travisato da un casco e armato di mitra, tentò di rapinare un furgone della “Cosmopol”. L’uomo esplose almeno sette proiettili ad altezza d’uomo, ferendo almeno tre persone. Ad avere la peggio fu un gioielliere, sottoposto a un intervento chirurgico. La rapina non riuscì e l’uomo scappò. E’ rimasto latitante per circa due mesi, prima di consegnarsi spontaneamente ai carabinieri di Nocera Inferiore. Le indagini dell’Antimafia si servirono delle immagini di videosorveglianza della zona, insieme alla testimonianza di vittime e guardie giurate.

Lascia un Commento