Paestum, statuetta in avorio torna a casa dopo 60 anni

Dopo 60 anni è stata restituita al Museo di Paestum la statuetta in avorio che Bob Martin, cittadino degli Stati Uniti, aveva portato con sé nel lontano 1958, quando era alle elementari e, in vacanza con la famiglia, aveva portato con sé quello che credeva fosse “un osso di un legionario romano”.

Lavandolo poi ha scoperto che si trattava di una statuetta in avorio. Ora però Martin ha deciso di mettersi in viaggio per raggiungere Paestum e restituirla. Ad accoglierlo il direttore del Parco Archeologico, Gabriel Zuchtriegel, che si è detto commosso dal gesto.

La piccola scultura è stata consegnata al laboratorio di restauro del Parco Archeologico dove sarà pulita e studiata dagli archeologi per essere poi esposta eventualmente nel Museo di Paestum.

Da un’analisi preliminare sembra di poter riconoscere il dio Dioniso con la cornucopia, simbolo dell’abbondanza. Intanto a Paestum ci si prepara per inaugurare, il prossimo 3 giugno, la mostra per i 50 anni dalla scoperta della Tomba del Tuffatore nel cinquantesimo dalla scoperta che sarà visitabile fino al 7 ottobre.

Lascia un Commento