Paestum: Rifiuta una prestazione sessuale, prostituta accoltellata

Una donna di origini domenicane di 30 anni è stata vittima di un'aggressione nella sua abitazione di Licinella, a Paestum. Il racconto arriva dal Corriere del Mezzogiorno on line secondo cui alle 23.45 circa un giovane magrebino avrebbe bussato alla porta dell'abitazione dove abitano e si prostituiscono la donna domenicana, un transessuale e un'altra donna. Il giovane chiede una prestazione sessuale, lei rifiuta ed è in questo istante che si scatena la furia del giovane che colpisce la 39enne a calci e pugni.
Poi l'uomo pretende di avere
i soldi che sono in casa e all'ennesimo rifiuto della donna, la colpisce con un coltello. Quando in aiuto della donna arrivano i coinquilini, il magrebino scappa portando l'arma ma non i soldi.

La donna viene portata d’urgenza all’ospedale San Luca di Vallo della Lucania con una ferita d'arma da taglio, lividi su tutto il corpo e un trauma cranico. 
7 mesi fa, nella stessa zona, un’altra prostituta, di origine rumena, fu ferita con un colpo di pistola alla mano.

Lascia un Commento