Paestum – Ministro Kyenge, Governo lavora in clima sereno

Il ministro per l’Integrazione Cecile Kyenge ieri a Paestum per partecipare al “Revolution Camp” dell’Udu interpellata da un giornalista sulla condanna definitiva inflitta a Silvio Berlusconi ha detto che il governo Pd-Pdl potrà reggere all’impatto della condanna. “Oggi abbiamo lavorato bene, come ha dichiarato il premier Letta. Abbiamo approvato – ha dichiarato Kyenge – un decreto molto importante sulla cultura. Abbiamo lavorato – ha aggiunto il ministro – in un clima sereno e credo che questo sia già una risposta”.

Kyenge che ha trascorso la notte a Paestum, ha fatto delle dichiarazioni anche rispetto alla questione della cittadinanza agli stranieri e soprattutto ai loro figli nati in Italia. Nel corso di un dibattito si è parlato dello “ius soli temperato” che consiste nella concessione della cittadinanza italiana, su richiesta dei genitori ai figli di famiglie residenti in Italia da almeno un anno. Per il ministro dell’Integrazione questo tipo di istituto “vuol dire avere dei legami con il territorio e quindi una famiglia deve avere un certo numero di anni di residenza, trascorsi i quali il bambino che nasce può avere su richiesta la cittadinanza”.

Lascia un Commento