Paestum, importante scoperta emersa dagli scavi

Una importante scoperta è emersa dagli scavi di Paestum.

Ieri il gruppo dell’Università di Salerno coordinato da Franco Longo al lavoro dal 10 settembre ha trovato la prova dell’esistenza di un primo santuario, edificato dalla prima generazione di coloni, al di sotto del tempio di Athena che conosciamo oggi.

Si tratta di un’antefissa, vale a dire un elemento della copertura dei tetti sulla testata delle travi del tetto o a chiusura dei canali terminali delle tegole negli edifici, che faceva parte di un tempietto del 580-560 a.C., prima – al massimo seconda – generazione degli abitanti di Posidonia.

A Paestum si sta scavando a Sud del tempio di Athena, nella zona esplorata nel 1936 da Amedeo Maiuri e poi abbandonata.

Lascia un Commento