Padula: Convegno su accoglienza ai rifugiati con prefetto e questore di SA

Un convegno sull’attualissima tematica dell’accoglienza dei rifugiati si è svolto questa mattina a Padula per iniziativa della Caritas Diocesana di Teggiano-Policastro. Il convegno, tenutosi presso la parrocchia Sant’Alfonso Maria de’ Liguori, ha avuto come tema: “Terra d’Asilo: dall’Emergenza NordAfrica alla rete Sprar”.
All’iniziativa hanno collaborato la cooperativa sociale “Tertium Millennium” e l’Associazione il Sentiero Onlus, allo scopo di porre l’attenzione sull’impegno in atto sul territorio rispetto all’accoglienza dei rifugiati e dei richiedenti asilo. Dallo scorso mese di gennaio, infatti, in seguito al bando del Ministero dell’Interno rivolto agli enti locali per poter accedere ai fondi per lo Sprar (Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati), è stata pubblicata la graduatoria dei progetti approvati. I Comuni che hanno aderito all’iniziativa sono quelli di Padula, Eboli, Roscigno, Santa Marina, Polla, Pontecagnano Faiano.
Attualmente le strutture per l’accoglienza di rifugiati e richiedenti asilo sono state predisposte a Roscigno (30 posti), Polla (35), Eboli (50), Pontecagnano Faiano (50), Padula (50), Santa Marina (23). Inoltre la Caritas di Teggiano-Policastro da dicembre scorso attraverso la Prefettura di Salerno è attualmente impegnata nell’accoglienza di oltre 250 richiedenti asilo. 
Al dibattito di stamani, introdotto da Don Vincenzo Federico direttore della Caritas diocesana di Teggiano-Policastro, hanno preso parte i sindaci dei Comuni interessati, Oliviero Forti responsabile Immigrazione di Caritas Italiana, Daniela di Capua direttrice del Servizio Centrale dello Sprar. 
Sono intervenuti anche il vescovo di Teggiano-Policastro Antonio De Luca, il prefetto di Salerno Gerarda Maria Pantalone e il questore Antonio De Iesu. Infine è stata la volta delle brevi testimonianze di alcuni migranti.
 

Lascia un Commento