Padula, il 30 agosto 1860 nasceva il poliziotto-eroe Joe Petrosino

Il 30 agosto del 1860 nasceva un simbolo della legalità e della giustizia: il poliziotto italo-americano Joe Petrosino

Nato a Padula nel 1860, venne assassinato dalla mafia nel 1909 durante una missione sotto copertura a Palermo per conto della Polizia di New York che aveva già individuato i collegamenti fra la mafia siciliana e quella americana.

Petrosino all’età di 13 anni emigrò con la sua famiglia a New York nel sobborgo di Little Italy.

Nel 1877, prese la cittadinanza statunitense, facendosi assumere l’anno dopo come netturbino dall’amministrazione newyorkese.

Ammesso alla Polizia, venne promosso sergente nel 1895.

Nel 1905 divenne tenente e gli venne affidata l’organizzazione di una squadra di poliziotti italiani, l’Italian Branch, rendendo più efficace la sua lotta senza quartiere contro la Mano Nera, l’organizzazione a carattere mafioso, con ramificazioni in Sicilia, attraverso la quale si esprimeva il racket.

Oggi Joe Petrosino viene ricordato ogni anno negli Stati Uniti il 19 ottobre con il “Petrosino Day”.

A Padula invece è possibile rivivere la sua storia nella bella Casa-Museo che da qualche anno si è arricchita anche di una “Galleria virtuale su mafie e antimafia”, nata grazie ad un accordo tra il comune di Padula e Rai Teche. 

Il pronipote Nino Melito Petrosino, dopo tanti anni, continua a raccontare con passione e trasporto le vicende della vita dello zio

L’appuntamento per il PETROSINO DAY è invece per sabato 9 settembre alla Certosa di San Lorenzo

A Joe Petrosino sono stati dedicati tanti libri e film. L’attore americano Leonardo Di Caprio sta lavorando ad una nuova produzione cinematografica sulla figura del poliziotto-eroe

Lascia un Commento