Padula: 1550 visitatori alla Certosa per il 1 maggio. Da oggi anche visita virtuale

In occasione della Festa dei Lavoratori del 1 maggio, la Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici di Salerno ed Avellino, diretta da Gennaro Miccio, ha registrato nei siti culturali di pertinenza ben 4mila visitatori: alla Certosa di Padula si sono recati in ben 1.550); al Complesso Monumentale di San Pietro a Corte di Salerno in 700; al Museo virtuale della Scuola medica salernitana in 650. Ad Avellino in 1.100 hanno visitato il Carcere Borbonico.

La Certosa di San Lorenzo di Padula, da oggi si può visitare anche on line facendo un vero e proprio tour virtuale sul portale turistico nazionale www.italiavirtualtour.it. ''Lo staff della Comunicando Leader, azienda di marketing territoriale, di Guidonia Montecelio in provincia di Roma, che edita il portale turistico ha fotografato tutti gli ambienti della Certosa, comprese le stanze chiuse al pubblico. Grazie ai virtual tour, sottolinea un comunicato, è possibile navigare con il pc o tablet nei vari ambienti della Certosa, una delle meraviglie architettoniche Patrimonio dell'Umanità UNESCO, è di fatto il più grande complesso monastico del sud Italia.

Fondata da Tommaso Sanseverino nel 1306 la Certosa, dedicata a San Lorenzo, conta ben 320 stanze e si presenta in stile Barocco. Qui è presente il più grande Chiostro d'Europa, racchiuso da 84 colonne. La Certosa ospita anche il Museo archeologico provinciale della Lucania occidentale, si tratta di una raccolta di reperti provenienti dagli scavi delle necropoli di Sala Consilina e di Padula, che vanno dalla preistoria all'età ellenistica.

Oltre al tour virtuale vi consigliamo di visitarla dal vivo.

Lascia un Commento