Padre spara alla figlia, tentato omicidio nella notte ad Eboli. La donna è in prognosi riservata

Un tentato omicidio si è consumato nella notte scorsa ad Eboli all’interno di un’abitazione di via Serracapilli. Un anziano di 80 anni, per futili motivi ha sparato dei colpi di fucile verso la figlia di 53 anni.

La donna è ora ricoverata in prognosi riservata per una ferita al capo.

Determinante per l'esatta ricostruzione della dinamica da parte dei carabinieri della locale compagnia è stato il contributo della Sezione Investigazioni Scientifiche del Nucleo Investigativo di Salerno.

L’uomo è stato arrestato con l’accusa di tentato omicidio.

Altri particolari si conosceranno nelle prossime ore.

 

+++ AGGIORNAMENTO DELLE 11:30 +++

Versa in condizioni disperate la donna di 53 anni ferita al viso e al capo con un colpo di fucile da caccia esploso dal padre 80enne

La donna che vive con gli anziani genitori ora è in coma nella rianimazione dell’ospedale Ruggi di Salerno.

Il tentato omicidio si è consumato intorno alle 21.30 al termine di una lite, per futili motivi. Sembra che l’anziano non volesse accettare le indicazioni che gli venivano dalla figlia.

In un primo momento quando la donna è giunta in condizioni disperate al pronto soccorso dell’ospedale di Eboli non si era capito cosa fosse successo. In casa, al momento del tentato omicidio c'era anche l'anziana madre. E' stata lei a correre a casa di un vicino che ha immediatamente allertato i soccorsi del 118.

Poi le indagini dei carabinieri della locale compagnia e della Sezione Investigazioni Scientifiche di Salerno hanno fatto chiarezza sull’episodio che ha lasciato sgomenti i vicini di casa.

L’80enne è stato arrestato con l'accusa di tentato omicidio. Ora è piantonato nel reparto detenuti dell'ospedale Ruggi d'Aragona di Salerno, vista anche l'età e le sue condizioni di salute non propriamente buone. 

Lascia un Commento