Ospedale di Cava, la direzione non ascolta e il senologo pensa alla ‘pensione forzata’ (AUDIO)

Le richieste inascoltate alla Direzione generale dell’Azienda ospedaliera universitaria di Salerno, fatte a più riprese dal senologo Luigi Cremone, dell’ospedale di Cava de’ Tirreni, sarebbero all’origine del pensionamento anticipato del noto medico.

 

L’accusa arriva dal sindacalista della Cisl, Gaetano Bianchino, che in un'intervista rilasciata per Radio Alfa ad Alfonsina Caputano, è tornato ad elencare una serie di problematiche che stanno portando allo smantellamento dell’ospedale metelliano. 

Riascolta l'intervista QUI

Intervista Gaetano Biondino

Lascia un Commento