Orto botanico su terreno confiscato alla camorra a Sarno, oggi l’inaugurazione

E' stato inaugurato questa mattina a Sarno, in via Sarno Palma in località La Marmora, un orto botanico didattico in un terreno confiscato alla camorra.

Il progetto nasce su iniziativa dell’associazione Porta Aperta Onlus e del Comune di Sarno che hanno sottoscritto un protocollo di intesa per il riutilizzo a uso sociale dei beni confiscati alla criminalità organizzata.

L’Associazione ha quindi ricevuto in affidamento dal Comune di Sarno il terreno per realizzare l’orto botanico didattico aperto gratuitamente su prenotazione a tutte le scuole della Campania ma anche ai gruppi di cittadini, associazioni e famiglie che ne faranno richiesta per visitarlo.

L'orto botanico si caratterizza per la presenza di un percorso naturalistico, un laghetto artificiale, due serre didattiche e coltivazioni di prodotti tipici dell’Agro-Nocerino Sarnese.

Scopo principale del progetto è valorizzare il ruolo del volontariato come motore dello sviluppo culturale, sociale e di risveglio delle coscienze civiche ma anche incrementare nei giovani la cultura della legalità attraverso la conoscenza delle proprie tradizioni e delle proprie radici.

 

Al taglio del nastro erano presenti stamattina il sindaco di Sarno Giuseppe Canfora e il senatore Franco Malvano, commissario regionale antiracket e antiusura

Riascolta le interviste di Tiziana Zurro QUI

Franco Malvano e Canfora su beni confiscati

Lascia un Commento