Organi musicali storici dell’Area Parco, una giornata a tema a Vallo della Lucania. Le interviste

Domani, domenica 29 settembre si terrà a Vallo della Lucania una giornata dedicata agli organi musicali storici dell’area Parco, promossa dall’associazione Genius Loci Cilento in collaborazione con Francesco Cera, organista, clavicembalista e ispettore onorario della Soprintendenza per gli organi storici e con la partecipazione di esperti ed il sostegno di enti e soggetti del Cilento e del Vallo di Diano.

L’evento si svolgerà in due momenti: alle ore 17.00, in programma il convegno a tema:”Gli organi storici dell’Area Parco. Identità da salvaguardare, risorse da valorizzare” presso il Palazzo della Cultura, ex Convento dei Domenicani; a seguire alle ore 20.00, il concerto agli Organi Carelli della Cattedrale di San Pantaleone con l’organista Andrea Maini, console d’Italia in Norvegia. L’area del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni è ricca di numerosi organi musicali antichi e vanta importanti tradizioni locali come quelle settecentesche delle famiglie Mangieri di San Rufo o dei Carelli di Vallo della Lucania i cui strumenti si trovano in tutto il meridione, dalla basilica di San Giacomo dei Nobili Spagnoli in Napoli fino alla Puglia, passando per la chiesa del Purgatorio a Matera e quindi tutta la Basilicata.

Nell’Area Parco ci sono circa un centinaio di questi strumenti: pochissimi funzionanti e ben restaurati, diversi invece che necessitano di manutenzione.

Ascolta il presidente dell’associazione Genius Loci Cilento, Giuseppe Di Vietri e Francesco Cera, organista, clavicembalista e ispettore onorario della Soprintendenza per gli organi storici e con la partecipazione di esperti ed il sostegno di enti e soggetti del Cilento e del Vallo di Diano.

Di Vietri e Cera

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento