Ordigni bellici in mare a Capaccio Paestum, ok il brillamento. L’intervista

Radio ALFA, LIVE • LOCAL • SOCIAL
Skill Alexa di Radio Alfa per dispositivi Amazon Echo

Si è svolta stamattina a Capaccio Paestum l’attività di brillamento degli ordigni bellici trovati nello specchio acqueo antistante il litorale.

L’area è stata chiusa entro un raggio di 500 metri, con divieto di navigazione, pesca e ancoraggio. Gli ordigni esplosivi sono stati trovati su un fondale di circa 21/22 metri a circa 500 metri dalla costa e dovrebbero risalire alla Seconda guerra mondiale. Le munizioni erano a bordo di un relitto di un mezzo da sbarco statunitense trovato in fondo al mare: 3.506 proiettili di piccolo calibro, 6 di rotoli di miccia, 45 proiettili per carri armati Sherman, 3 tubi esplosivi, pezzi di ricambio per sistemi di punteria pnonché molti attrezzi da lavoro meccanico.

 

A circa 400 metri di distanza è stato trovato anche un carro armato statunitense in apparente ottimo stato di conservazione, parzialmente insabbiato.

Sulle operazioni di oggi di brillamento degli ordigni ascoltiamo Gianfranco Tommasi, comandante del Reparto Subacqueo Palombari di Napoli

Tommasi

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su FacebookTwitter e Instagram.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Vipnet, la soluzione per internet e voip senza linea fissa

Lascia un Commento

Contattaci whatsapp