Operazione Sarastra a Scafati, nuova perquisizione a casa di Pasquale Coppola

Gli agenti della Direzione investigativa antimafia di Salerno sono tornati a casa di Pasquale Coppola, l’ex presidente del consiglio comunale di Scafati, indagato nell’ambito dell’operazione Sarastra che ha coinvolto, come noto, anche l’ex sindaco Pasquale Aliberti, ora ai domiciliari a Roccaraso.

Delegati dal pm della DDA di Salerno, Vincenzo Montemurro, gli agenti della Dia ieri, si sono recati a casa di Coppola per una ispezione che avrebbe riguardato, secondo il quotidiano La Città, tutti i dati telematici dei supporti elettronici in uso all’ex fedelissimo di Pasquale Aliberti, insieme al quale è accusato di scambio elettorale politico mafioso.

Dall’abitazione di Pasquale Coppola, gli uomini della Dia sono usciti portandosi via alcuni telefoni cellulari, un hard disk e una pen-drive.

La Procura antimafia di Salerno, a distanza di oltre due anni, punta dunque a fare chiarezza sui rapporti intrattenuti attraverso la rete dai uno dei maggiori esponenti politici del centrodestra nella città dell’Agro nocerino sarnese.

Lascia un Commento