Operazione Nettuno a Capaccio Paestum, danno erariale da un milione di euro

Danno erariale da circa un milione di euro per il Comune di capaccio Paestum. La notizia è stata segnalata al termine dell’operazione  “NETTUNO” dalla Corte dei Conti regionale. 

Il danno sarebbe stato causato dagli ex vertici dell’Amministrazione comunale di Capaccio/Paestum (SA) e dal legale rappresentante dell’Ente Morale per le Antichità ed i Monumenti della Provincia di Salerno. L’operazione condotta dai Finanzieri della Compagnia di Agropoli ha riguardato la gestione di un casale storico che, situato nella zona protetta dell’area archeologica di Paestum e già utilizzato nel corso della seconda guerra mondiale come “posto di ristoro”, era stato affidato dal Comune di Capaccio all’Ente Morale che, a sua volta, aveva provveduto ad affittarlo ad una nota famiglia del posto per la gestione di un’attività di ristorazione.

Dalle indagini condotte dai finanzieri è emerso che i canoni di affitto del prestigioso immobile, peraltro irrisori, confluivano direttamente sul conto corrente del rappresentante comportando un presunto danno erariale a cui va ad aggiungersi un’ulteriore fattispecie già accertata, relativa all’omessa determinazione e riscossione di un canone adeguato al reale valore di mercato del bene. L’azione della Procura coinvolge sia l’amministrazione del predetto ente morale sia dirigenti ed ex sindaco del comune di Capaccio

Lascia un Commento