Oncologia Pagani, al via lo studio PREVES sulla prevenzione per i tumori della vescica

Skill Alexa di Radio Alfa per dispositivi Amazon Echo
Radio ALFA, LIVE • LOCAL • SOCIAL

E’ partito presso ’Unità Operativa di Oncologia all’ospedale Andrea Tortora di Pagani lo studio PREVES.

Si tratta di una campagna di prevenzione primaria sui tumori della vescica volta ad individuare i fattori di rischio nella popolazione target.

Lo studio, approvato dal Comitato Etico, avrà lo scopo di fotografare abitudini, stili di vita e fattori di rischio della popolazione maschile tra i 40 e i 75 anni di quattro comuni che rientrano nel Distretto 62. Venticinquemila (25mila) abitanti dei comuni di Pagani, Sarno, San Marzano Sul Sarno e San Valentino Torio riceveranno appositi questionari, allo scopo di identificare informazioni sulla popolazione su abitudini legate al fumo e all’alimentazione, familiarità per neoplasia, distanza dal fiume Sarno.

 

I medici di medicina generale somministreranno ai pazienti dei brevi questionari, i cui dati saranno successivamente centralizzati ed analizzati presso il Polo Oncologico di Pagani, effettuando analisi statistiche e comparazioni con i dati del Registro Tumori precedenti a tale studio. Secondo i dati disponibili e aggiornati al 2019 in Campania ci sono ogni anno 2.600 nuovi casi di tumore alla vescica, con 495 morti l’anno. 

L’idea della campagna di prevenzione primaria è nata studiando i dati del registro tumori. Da tali dati emerge una spiccata incidenza di tale patologia nel Sud Italia. Il trend si conferma anche in provincia di Salerno, con particolare attenzione al distretto 62. Basti pensare che in pochi mesi numerosi pazienti affetti da tale patologia si sono rivolti al Polo Oncologico di Pagani.

Il prof. Giuseppe Di Lorenzo, Direttore dell’Oncologia del Tortora di Pagani, spiega che lo studio PREVES rappresenta un unicum sul panorama nazionale. Non esistono infatti campagne di prevenzione per quanto riguarda il tumore alla vescica, pur considerando che l’81% è correlato a fattori di rischio prevenibili. 

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su FacebookTwitter e Instagram.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Vipnet, la soluzione per internet e voip senza linea fissa

Lascia un Commento

Contattaci whatsapp