Omicidio Vassallo, De Raho “la parola fine solo dopo l’identificazione dei responsabili”

Skill Alexa di Radio Alfa per dispositivi Amazon Echo

Federico Cafiero De Raho, capo della Direzione nazionale antimafia, conferma che ci sono tuttora altre tracce e piste investigative in merito alle indagini sull’omicidio di Angelo Vassallo, il sindaco di Pollica, ucciso il 5 settembre nel 2010.

“Da allora – spiega De Raho – non si è ancora arrivati all’identificazione dei responsabili del delitto, ma è anche vero che dal 2010 le indagini sono proseguite. Di fronte a determinati crimini non c’è mai la parola fine fino a che non si arriva all’identificazione degli autori. Otto anni di omertà – ha sottolineato ancora il procuratore nazionale antimafia – ma le indagini non si sono fermate di fronte a questa omertà”.

Cafiero De Raho ha spiegato che la Direzione nazionale antimafia ha compiti di coordinamento e impulso laddove vi è una procura distrettuale, come quella di Salerno, che in modo instancabile e inarrestabile prosegue nelle indagini. “Non possiamo – conclude il capo dell’antimafia – che seguire dal di fuori e verificare se vi sono momenti di coordinamento o di stanca”.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su FacebookTwitter e Instagram.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.
Vipnet, la soluzione per internet e voip senza linea fissa

Lascia un Commento