Omicidio Vassallo, altri tre indagati. Si segue la pista della droga

Sviluppi nelle indagini sull’omicidio del sindaco di Pollica, Angelo Vassallo, avvenuto il 5 settembre 2010, a poca distanza dalla propria abitazione ad Acciaroli. Altre tre persone risultano indagate dalla Procura Antimafia di Salerno, per l’accusa di omicidio aggravato dalla finalità mafiose. Si tratta di personaggi residenti nel Cilento e provenienti dal Napoletano. I tre nuovi indagati avrebbero agito tutti in concorso tra di loro, assieme a Bruno Humberto Damiani, che è stato per molto tempo l’unico indagato per l’uccisione del sindaco pescatore.

Sui nomi dei tre nuovi indagati c’è, per il momento, riserbo ma l’ipotesi investigativa è che l’omicidio Vassallo sia maturato nel contesto dello spaccio della droga. I nomi sarebbero venuti fuori dall’ultimo interrogatorio di Damiani. Qui sarebbero venute fuori le prime ammissioni a conferma che la pista da seguire portava direttamente allo spaccio ad Acciaroli, contrastato dal sindaco pescatore.

Lascia un Commento