Omicidio Petrone. Ucciso dai compagni per timore che tradisse il clan (AUDIO)

Ucciso dai compagni per timore che tradisse il clan. L’amara e triste verità sulla morte di Fabio Petrone,  ucciso nella notte tra l’11 e il 12 agosto del 2007, dai suoi amici, compagni del clan camorristico. Secondo le indagini che oggi sono giunte ad una svolta, sarebbe questo il movente del barbaro omicidio del 30enne, avvenuto a Baronissi quasi 8 anni fa.

Questa mattina, la polizia ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del Tribunale di Salerno, su richiesta della DDA, nei confronti di due persone: Vincenzo D'Andrea e Vincenzo Villacaro, entrambi già in carcere per altri motivi.

I due sarebbero i mandanti dell'omicidio e D'Andrea anche l'esecutore materiale.

Riascolta qui i particolari delle indagini dal responsabile della DDA Salerno, Erminio Rinaldi incontrato per noi da Monica Di Mauro.

Intervista uccisione Petrone a Baronissi nel 2007

Lascia un Commento