Omicidio Mosca a Cava de’ Tirreni, la Corte d’Appello conferma la pena per Milite

La Corte d’Appello di Salerno ha confermato l’accusa di omicidio volontario e 14 anni di reclusione per l’84 enne di Cava de’ Tirreni Giuseppe Milite.

I fatti risalgono all’aprile 2016 quando l’88enne Carmine Mosca, residente alla frazione Santa Lucia, stava tagliando l’erba nel giardino. Quella mattina però forse l’aver superato di qualche metro il confine aveva mandato su tutte le furie il vicino di casa Giuseppe Milite.

Fu quest’ultimo ad impugnare la pistola posseduta ed a sparare a bruciapelo a Carmine Mosca che morì dopo due settimane in ospedale.

Ieri la conferma in secondo grado della responsabilità per l’imputato Giuseppe Milite.

Lascia un Commento