Omicidio D’Onofrio, blitz della polizia a San Mango Piemonte

6 misure cautelari personali di cui due applicative della custodia in carcere, una degli arresti domiciliari e tre applicative della misura dell’obbligo di dimora, a carico di 4 uomini e 2 donne tutti domiciliati a San Mango Piemonte, sono state eseguite ieri sera dalla Polizia.

Contestualmente la Procura della Repubblica presso il Tribunale dei Minorenni ha delegato alla medesima Polizia giudiziaria l’esecuzione di una ulteriore misura custodiale in carcere nei confronti di un giovane che, all’epoca della commissione dei fatti, era minorenne.

Alle persone raggiunte dalle misure cautelari sono stati contestati i reati di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, estorsione aggravata, detenzione illegale di armi da sparo.

I provvedimenti cautelari sono stati emessi all’esito di approfondite investigazioni svolte dalla Squadra Mobile mediante intercettazioni, pedinamenti e sequestri. Le indagini sono iniziate a seguito dell’omicidio di Ciro D’Onofrio, avvenuto il 30 luglio 2017.

Le attività investigative hanno consentito di scoprire un’attività di spaccio di sostanze stupefacenti, del tipo hashish e cocaina, posta in essere da un intero nucleo familiare con la complicità di alcuni vicini di casa. Le attività tecniche hanno consentito di sequestrare circa 8,5 Kg. di hashish e una pistola semiautomatica modificata, detenuta dal minorenne.

La contestazione della aggravante del metodo mafioso è fondata sulle gravi minacce di morte profferite dal principale indagato nei confronti di un pusher e dei familiari di quest’ultimo a seguito del mancato pagamento di una quantitativo di stupefacente.

Lascia un Commento