Omicidio Dilillo, la Procura “Diele torni in carcere”

La Procura di Salerno sceglie la linea dura per l’attore Domenico Diele che, nella notte tra il 23 e il 24 giugno scorsi, ha travolto con la sua automobile, all’altezza dello svincolo autostradale di Montecorvino Pugliano della A2, la moto guidata dalla salernitana Ilaria Dilillo che perse la vita.

Oggi, durante l’udienza davanti al Tribunale del Riesame, il pubblico ministero Elena Cosentino ha chiesto il ritorno in carcere per il 32enne che attualmente è agli arresti domiciliari presso l’abitazione della nonna a Roma.

Il giudice del Riesame, però, si è riservato di decidere in merito al ricorso in Appello proposto dalla Procura contro l’ordinanza del giudice per le indagini preliminari che ha disposto l’attivazione del braccialetto elettronico per l’attore indagato per omicidio stradale aggravato.

Diele fu arrestato in quanto trovato positivo al test che provò la guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti. L’attore trascorse due settimane al carcere di Fuorni fino a che gli vennero concessi gli arresti domiciliari con l’uso del braccialetto elettronico.

Lascia un Commento