Omicidio di Roccagloriosa, fermato un rumeno 40enne. Raptus provocato da un debito non saldato

Svolta nell’omicidio di Vincenzo Caruso, il pensionato di 67 anni, aggredito e colpito a morte nei pressi della sua abitazione di Roccagloriosa, martedì scorso. Avrebbe confessato il delitto, al termine di un lungo interrogatorio, l’uomo di 40 anni, di origini rumene, residente a Roccagloriosa, che era stato fermato questa mattina dai carabinieri della compagnia di Sapri.
Il pensionato avrebbe avuto una discussione poco prima di essere ucciso con lo stesso romeno che avrebbe aggredito la vittima con un piccone. Dalle prime indiscrezioni sembrerebbe che il delitto sia maturato al termine di un litigio nel quale il romeno pretendeva il pagamento di alcuni lavori effettuati sulla vettura del pensionato. Un raptus dunque che ha portato l’uomo a colpire violentemente l’anziano con un piccone. Al momento il 40enne si trova in stato di fermo presso la stazione carabinieri di Torre Orsaia.

Lascia un Commento