Omicidio di Baronissi, l’omicida ha ammesso le proprie responsabilità. Arrestato

È stato ritrovato sulla montagna nella frazione di Caprecano l’uomo che questa mattina a Baronissi poco prima delle otto avrebbe ucciso Biagio Capacchione, 63enne titolare di un’officina meccanica di Fisciano.

Il presunto omicida, in stato confusionale, è stato portato nella caserma dei carabinieri di Mercato San Severino. Al momento del fermo, l’uomo aveva ancora con sé l’arma utilizzata per l’omicidio, un fucile da caccia regolarmente detenuto, sottoposto a sequestro dai militari.

Al Magistrato titolare delle indagini, l’uomo ha reso spontanee dichiarazioni ammettendo le proprie responsabilità ed esponendo la dinamica dei fatti. L’uomo è stato arrestato con l’accusa di omicidio volontario e rinchiuso nel carcere di Salerno. Il cadavere di Biagio Capacchione, invece, è stato trasferito all’obitorio del nosocomio salernitano, dove nei prossimi giorni sarà eseguita l’autopsia.


Lascia un Commento