Omicidio D’Antonio, chiesto sconto di pena per Pagnani

E’ stato chiesto uno sconto di pena per Cosimo Pagnani, l’uomo che a novembre del 2014 uccise la moglie Maria D’Antonio a coltellate, a Postiglione, e poi se ne vantò su facebook. L’omicidio avvenne a seguito di una lite per l’affidamento della loro bambina. L’uomo fu condannato in primo grado a 30 anni di carcere e per venerdì si attende la sentenza di Appello.
La richiesta è stata avanzata dal procuratore generale Antonella Giannelli, che ha chiesto l’applicazione delle attenuanti generiche e la riduzione a 18 anni in virtù dello sconto di pena previsto dal rito abbreviato.

Lascia un Commento