Omicidio coniugi Carlomagno a Rivello, in Appello confermato l’ergastolo per la nuora

Ergastolo confermato anche in Appello per Giovannina Gagliardi, accusata di omicidio, rapina e violazione di domicilio. I fatti risalgono al 2004, quando a Rivello, nel Lagonegrese, furono uccisi due anziani coniugi, suoceri della donna, Donato Carlomagno e Maria Rossini. Nel processo furono coinvolti oltre a Gagliardi, un ex carabiniere, Pietro Mango (condannato all’ergastolo in via definitiva) e un altro militare, poi assolto.

La Corte d’Assise d’Appello di Potenza ha condannato la donna anche al risarcimento alle parti civili ed ha invece respinto la richiesta del procuratore generale per l’applicazione della misura cautelare in carcere già dopo il secondo grado di giudizio. Secondo i giudici, infatti, non vi sarebbero elementi per sostenere la sussistenza delle esigenze cautelari.

Secondo quanto emerse dalle indagini, Giovannina Gagliardi sarebbe stata la “mente” e il mandante di una serie di truffe ad anziani del Potentino, facendosi assumere come badante per sottrarre risparmi e pensioni, attraverso raggiri o minacce. Il 9 novembre 2004 i coniugi Carlomagno furono picchiati da Mango per farsi consegnare denaro e gioielli, ma le percosse causarono la morte dei due anziani.

Lascia un Commento