Omicidio Borrelli ad Agropoli, Nezar condannato a 30 anni

E’ stato condannato a 30 anni Mrabet Nezar, il 26enne italo tunisino, reo confesso dell’omicidio di Marco Borrelli avvenuto ad Agropoli il 6 aprile dello scorso anno.

Il giovane è comparso questa mattina dinanzi ai giudici della Corte d’Assise di Salerno. E’ stato giudicato con il rito abbreviato: il Pm Itri aveva chiesto per lui il massimo della pena, il giudice Lombardi ha accolto la richiesta tenendo conto anche dei precedenti.

A costituirsi parte civile nel procedimento i familiari della vittima.

L’omicidio di Marco Borrelli avvenne il 6 aprile dello scorso anno. Il movente era passionale. Mrabet Nezar, infatti, non aveva accettato la separazione dalla sua ex, né che la donna avesse una relazione con il 20enne. I due giovani, parlando, iniziarono a camminare, imboccando la strada parallela al lungomare San Marco. Nei pressi del parco ”Le Ginestre” si consumò il delitto delitto: il 25enne colpì Borrelli con un fendente al collo.

Il prossimo 6 aprile, ad un anno dalla tragedia, la famiglia di Marco ha organizzato una fiaccolata per ricordare il giovane.

Lascia un Commento