Omicidio Angelo Vassallo, emergono importanti novità. L’intervista al figlio Antonio


Torniamo ad occuparci dell’omicidio del sindaco pescatore Angelo Vassallo avvenuto nel settembre del 2010 e i cui responsabili non sono ancora stati individuati.

“A distanza di 8 anni e cinque mesi, il fratello Dario, presidente della Fondazione intitolata al fratello, ha letto gli atti processuali attraverso i quali è venuto a conoscenza di alcune importanti informazioni mai emerse prima. Tra queste furono nove i colpi di pistola esplosi dalla pistola e che tutti raggiunsero il corpo del sindaco-pescatore, non solo sette come detto per anni. Ma soprattutto nella relazione si legge anche che l’aggressore ‘durante l’esplosione dei colpi si sarebbe trovato, in piedi o seduto sul sellino di un motorino, in posizione ‘sopraelevata’ rispetto alla vittima”. Si tratta di informazioni mai diffuse prime, molto importanti.

Ne abbiamo parlato con il figlio di Angelo Vassallo, Antonio

Antonio Vassallo

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento