Omicidio a Pontecagnano, Aldo Autuori ucciso a colpi d’arma da fuoco in pieno centro

Sono proseguite senza sosta tutta la notte, con perquisizioni e interrogatori, le indagini per individuare gli autori dell'omicidio di Aldo Autuori, 45 anni titolare di una ditta di autotrasporti, ucciso a colpi d’arma da fuoco ieri sera intorno alle 20.30 a Pontecagnano Faiano.

Autuori, pregiudicato, era davanti al bar Lory di via Toscana, vicino alla sua abitazione, quando i killer sono giunti in sella ad una moto con casco integrale. Hanno sparato all’impazzata con una pistola cal.38 a tamburo, colpendo a morte Autuori che era seduto all'esterno del locale in compagnia, tra gli altri, di moglie e nipotino. Il 45enne è fuggito verso casa nel tentativo di sfuggire alla pioggia di proiettili ma ha fatto poche centinaia di metri stramazzando al suolo. I due malviventi dopo essersi assicurati di averlo ucciso sono fuggiti per le vie interne di Pontecagnano.

Sul posto sono intervenuti i medici del 118, ma è stato inutile. Ferita di striscio anche la moglie.

Sul luogo del delitto poco dopo i Carabinieri del Comando Provinciale di Salerno, per ricostruire la dinamica dell’omicidio e per la ricerca di killer e movente.

Autuori nel 2000 aveva ucciso il pregiudicato Luciano Merola di Pontecagnano e per questo era stato in carcere, dal quale era uscito da poco. Fra le numerose ipotesi al vaglio degli investigatori vi è anche quella di una vendetta, anche se finora non si esclude alcuna pista. 

Lascia un Commento