Omicidi prostitute a Nocera Superiore, fermato un tappezziere incensurato (AUDIO)

E’ un tappezziere 52 enne incensurato di Nocera Superiore l’uomo fermato nella tarda serata di ieri dai carabinieri poichè ritenuto il presunto autore degli omicidi delle prostitute Santina Rizzo di 63 anni, avvenuto il 13 febbraio del 2010, e di Maria Ambra di 74 anni, compiuto il 30 maggio del 2014. Nella tarda serata di ieri, i carabinieri del Reparto Territoriale di Nocera Inferiore hanno eseguito un decreto di fermo nei confronti del 52enne.

Per l’omicidio di Rizzo, compiuto con modalità efferate utilizzando delle forbici, fu arrestato il falegname Mario della Monica, 54enne di Cava de’ Tirreni, che il giorno del delitto era stato a casa della prostituta e aveva consumato con lei un rapporto sessuale. La Corte d’Assise d’Appello di Salerno nel 2013 lo aveva condannato a 4 anni di reclusione per omicidio colposo, ma nel dicembre 2014 la Corte di Cassazione aveva annullato la sentenza di condanna ordinando un nuovo processo d’Appello.

Ora questi sviluppi e il coinvolgimento di un altro uomo che potrebbero alleggerire la posizione del cavese. 

In mattinata conferenza stampa presso la Procura della Repubblica di Nocera Inferiore.

 

Riascolta i dettagli nella diretta con Tiziana Zurro con il maggiore dei Carabinieri, Enrico Calandro

Dettagli omicidi prostitute

Lascia un Commento