Offese su Facebook, condannati per diffamazione due fratelli salernitani

Sei mesi di reclusione per diffamazione attraverso Facebook. E’ la condanna inflitta a due fratelli di 39 e 27 anni, originari di Salerno, per reati commessi nei confronti del titolare di una palestra a Montebelluno in provincia di Treviso.

Pesantissimi i commenti che i due giovani avevano postato su Facebook, allo scopo di vendicarsi per essere stati espulsi dalla palestra. Nel 2014, infatti, il titolare della palestra li avrebbe cacciati perchè si sarebbero resi protagonisti di comportamenti da bulli con altri iscritti.

I due salernitani non avevano preso bene l’espulsione e così avrebbero avviato una vera e propria campagna diffamatoria sin dal luglio 2014 che si conclusa con la loro condanna a sei mesi.

Lascia un Commento