Nuovo filone Mastrolindo su false assunzioni, perquisizioni in sedi Inps

I carabinieri del Reparto Territoriale di Nocera Inferiore con la collaborazione dei colleghi di altri reparti questa mattina stanno eseguendo perquisizioni presso la Direzione generale dell'Inps a Roma e in tutti i capoluoghi di regione nell'ambito di un nuovo filone dell'inchiesta 'Mastrolindo' su fittizi rapporti di lavoro, avviata nel Salernitano. I nuovi provvedimenti scaturiscono da un'indagine coordinata dal sostituto procuratore di Nocera Inferiore, Roberto Lenza.

Finora la maxi inchiesta denominata "Mastrolindo" ha portato all'esecuzione di 44 ordinanze di custodia cautelare nei confronti di imprenditori e professionisti e al sequestro preventivo di beni per un valore complessivo di circa 137 milioni di euro, relativamente alla costituzione di diverse aziende inesistenti nell'agro nocerino sarnese e operanti nel settore terziario, come ditte di pulizie, che avevano avviato migliaia di falsi rapporti di lavoro al fine di conseguire indennità non dovute di disoccupazione, maternità o malattia dall'Inps.

Secondo il procuratore di Nocera Inferiore Giovanni Izzo, che ha disposto perquisizioni 'la complessa attività investigativa, ha consentito di accertare diverse incongruenze nel sistema di verifica della performance dell'Inps''. Tra queste le incongruenze di cui parla il procuratore l'inserimento nel database di dati fittizi relativi alle ispezioni effettuate e al numero di rapporti di lavoro annullati, sulla base dei quali veniva effettuata la verifica del raggiungimento degli obiettivi annuali prefissati dalla Direzione Generale

Lascia un Commento