Nuovo fardello per gli agricoltori dell’agro, interviene la Coldiretti

Un nuovo fardello per il territorio su cui ha competenza il Consorzio di Bonifica Comprensorio Sarno. L’organismo ha approvato una delibera commissariale con la quale ha deciso l’aumento dei tributi, stabilendo, oltre alla quota fissa per ettaro, anche una quota variabile per i bacini di Cava de’ Tirreni e Uscioli Camerelle. In merito interviene la Coldiretti Salerno, che esprime forte preoccupazione per il provvedimento, che sarà presto esteso anche agli altri comuni che ricadono nel comprensorio dell’ente. Il direttore Enzo Tropiano sottolinea che le cartelle per la quota fissa relativa al canone d’irrigazione sono state notificate anche per terreni dove l’ente è impossibilitato ad erogare il servizio. Nonostante tutto, agli agricoltori viene richiesto il pagamento di una quota variabile molto elevata, per consumi di acqua a ettaro, senza considerare terreni a riposo, incolti o effettivamente coltivati. Si chiede quindi un incontro urgente con il Commissario dell’Ente per trovare una soluzione condivisa che vada anzitutto incontro alle esigenze degli agricoltori.

Lascia un Commento