Nuovo Dpcm, Confesercenti Campania chiede moratoria per tutte le imprese 

Skill Alexa di Radio Alfa per dispositivi Amazon Echo
Radio ALFA, LIVE • LOCAL • SOCIAL

Sono ben 73 le categorie di imprese della Campania che stanno vivendo il dramma economico dovuto alle nuove norme anti-covid contenute nell’ultimo Dpcm del governo. Si tratta di un mondo di imprese e quindi di famiglie e lavoratori in ginocchio. Lo ha fatto presente Vincenzo Schiavo, presidente regionale di Confesercenti Campania, nel confronto avuto ieri in videoconferenza con il Presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte, insieme ad altre associazioni di categoria. 

Tra le categorie più colpite che sono a un passo dal baratro i comparti del turismo, dei trasporti, del wedding e della filiera collegata: si dividono tra quelli che sono chiusi e quelli che, pur aperti, sono senza clienti e con incassi pari a zero. “Senza dimenticare – ha spiegato Schiavo – il settore di Partite Iva e di agenti di commercio che segnano una riduzione del fatturato che arriva fino al 90%”.

 

Al premier Conte che si è mostrato molto aperto al dialogo è stato chiesto  di sancire una moratoria con la cancellazione di ogni tassa ed accise, sia nazionale che regionale e locale, almeno per tre mesi. Inoltre Confesercenti e le altre associazioni hanno invocato, anche e soprattutto per le aziende campane e meridionali, un contributo in percentuale sul fatturato perso rispetto all’anno precedente, investimenti poderosi sulla tecnologia e sulle infrastrutture Italiane a beneficio delle imprese. 

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su FacebookTwitter e Instagram.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Vipnet, la soluzione per internet e voip senza linea fissa

Lascia un Commento

Contattaci whatsapp