NOI E LA REGIONE – Riforma geografia giudiziaria, Donato Pica chiede scatto d’orgoglio

“Il rinvio della riforma della geografia giudiziaria sarebbe il minimo che il Parlamento possa fare esercitando il proprio potere legislativo indipendente dalla funzione del Governo”. E’ quanto ha affermato il Consigliere regionale Donato Pica (Pd) intervenendo a Radio Alfa in relazione alla possibilità che si possa rinviare di almeno un anno la riforma delle circoscrizioni giudiziarie e quindi anche la soppressione del Tribunale di Sala Consilina (Sa) e conseguente accorpamento a quello lucano di Lagonegro (Pz).
Parlando della questione che riguarda anche le sedi distaccate di Eboli, Montecorvino Rovella, Cava de’ Tirreni e Amalfi, nel suo intervento nella puntata di “Noi e la Regione” di venerdì 26 luglio, alle 10.45, l’on. Pica ha auspicato uno scatto d’orgoglio dei parlamentari proprio nel momento in cui la Commissione giustizia del Senato ha approvato la proroga di un anno della riforma della geografia giudiziaria. Ora la spinosa questione passa al vaglio dell’aula del Senato.
Il Consigliere regionale Pica ha scritto ai parlamentari del suo partito chiedendo anche l’istituzione di una Commissione di verifica sull’idoneità e adeguatezza dell’immobile che dovrà accogliere gli uffici giudiziari di Sala Consilina dal 13 settembre in mancanza di una proroga. Stessa problematica si presenta anche per il trasferimento a Salerno di personale, fascicoli e archivi delle sedi distaccate da sopprimere.

Per ascoltare l’intera puntata di “Noi e la Regione” basta cliccare la versione in Podcast. La replica verrà proposta su Radio Alfa domenica 28 luglio, alle ore 12.

Ascolta la puntata in Podcast

 

 

Lascia un Commento