NOI E LA REGIONE – Fondi Europei, in Campania si brancola nel buio. Le dichiarazioni di Donato Pica

“Ancora una volta brancoliamo nel buio”. Lo ha dichiarato il consigliere Regionale, l’onorevole Donato Pica ospite come ogni giovedì alle 16,45 su Radio Alfa, in riferimento all’uso e alla spesa dei fondi europei. “Le struttura burocratiche sono attive, si muovono e producono, ma, ha affermato ancora Pica, non danno il senso chiaro della situazione della spesa dei fondi”.
Al momento, in Regione si è alla certificazione della spesa per il 20%. Entro il 31 ottobre è importante arrivare all’80%. Un obiettivo che difficilmente sarà raggiunto. Cosa succederà? Lo ha spiegato ancora una volta Pica. “Il rischio è il disimpegno e le sanzioni”. Ci sono anche altre valutazioni da fare. Gran parte di queste partite finanziarie rispondono ad una serie di opere la cui progettazione non è neanche cominciata, i cosiddetti “grandi progetti” sbandierati un pò ovunque.
“Si è cancellato tutto quello che è stato fatto prima. Non si parla più di Contratti di Programma, di Accordi di Reciprocità. Sono bloccati tutti i piani di sviluppo. Per non parlare dell’agricoltura e dei beni culturali. In sostanza siamo fermi”, ha ribadito l’onorevole Pica. Ma al di la di questo, il vero problema è nel rapporto che si è venuto a creare tra la Regione e i Comuni. Non si concedono più finanziamenti ma non solo. Non si mantiene nemmeno l’obbligo del rimborso delle rate semestrali dei prestiti ottenuti dagli enti locali dalla Cassa Depositi e Prestiti. E’ un caos difficile da decifrare che coinvolge anche i privati”.
“Pensiamo alle tante imprese che realizzano lavori per i comuni e che per anni e anni attendono di essere pagati con ben poche speranze considerando il ritardo nel trasferimento dei fondi da parte della Regione”. L’onorevole Pica ha annunciato che il Gruppo PD chiederà a breve una riunione monotematica del Consiglio Regionale sulla questione dei Fondi Europei.

Ascolta la puntata in podcasting:

 

Appuntamento con l’onorevole Donato Pica giovedì prossimo alle 16,45 su RADIO ALFA 

Lascia un Commento