NOI E LA REGIONE – Campania Zero, per Donato Pica è un segnale importante ma non basta

“E’ una legge che dà un segnale importante perché si introducono elementi per il contenimento di quelli che sono i benefici di cui gode la classe politica”. E’ quanto ha dichiarato il consigliere regionale salernitano, Donato Pica (Pd), nel corso della puntata di “Noi e la Regione”, in onda ogni giovedì, alle 16.45, su Radio Alfa. Una puntata in cui oggi si è parlato di contenuti e obiettivi della nuova legge regionale “Campania Zero”, approvata all’unanimità dal Consiglio regionale della Campania.

L’on. Pica ha precisato che il voto favorevole del suo partito a questa legge “non deve essere inteso come una sorta di commistione a un momento di gestione della maggioranza di centrodestra”, ma per la crisi che stiamo attraversando è una forma di “collaborazione costruttiva” su argomenti che riguardano i cittadini di tutta la Regione Campania.

La legge anti sprechi stabilisce che l’uso delle auto blu è consentito solo ai presidenti della Giunta e del Consiglio regionale. Abolisce le consulenze esterne, il rimborso delle spese di telefonia mobile e le consulenze esterne. Vengono stabilite anche incompatibilità: non potranno essere nominati o designati negli enti di pertinenza regionale i parlamentari italiani ed europei, i presidenti, gli assessori e consiglieri provinciali, i presidenti e gli assessori delle Comunità montane, i sindaci, assessori e consiglieri comunali.
“Non credo che in tal modo si riesca a recuperare a pieno la credibilità dei cittadini – ha dichiarato il consigliere Donato Pica – però sono dei piccoli segnali che vanno dati. Naturalmente occorre inserire in un contesto più ampio di livello nazionale – continua Pica – che riguarda la necessità improcrastinabile di una riforma istituzionale seria e di una modifica della legge elettorale”.

Ascolta la puntata in podcasting:

 

Lascia un Commento