Nocerina – Senza partita, a rischio i contributi

Per la società calcio della Nocerina non giocare domenica a Salerno avrebbe comportato una notevole perdita di contributi. Si tratta di fondi che la Lega Pro riconosce alle squadre che utilizzano dei giovani. Una cifra stimata approssimativamente intorno al mezzo milione di euro, quasi il 50% del budget a disposizione per questa stagione che è di un milione e 200mila euro. Soldi che la Nocerina rischia comunque di perdere qualora per i fatti di domenica all’Arechi venisse riconosciuta la presenza di un illecito con relativa penalizzazione. Quindi se per gli ultrà rossoneri non giocare a Salerno era una questione d’onore, per il club era una rilevate questione di soldi. Questo retroscena trae origine dalle nuove norme della Lega Pro, le stesse che in estate avevano scatenato le proteste dell’Assocalciatori fino alla minaccia di uno sciopero. Esse premiano le società che schierano giocatori tra i 21 e i 25 anni, a patto di non rinunciare anche a un solo incontro. La Nocerina, nelle prime 11 giornate della Prima Divisione, era tra le società più virtuose con una media tra i 21 e i 22 anni. L’esclusione dai contributi è comunque prevista dalla Lega anche in caso di penalizzazione per violazione dei regolamenti. Ecco perchè l’essere scesa in campo per 20 minuti, qualora fosse dimostrato l’illecito, non metterebbe comunque la Nocerina al riparo da possibili sanzioni economiche.

Lascia un Commento