Nocerina – Prefetto rinvia gara interna con il Lecce. Il derby con la Paganese sarà giocato fuori

La Nocerina non potrà giocare la gara in casa contro il Lecce di domenica prossima. Lo ha deciso il prefetto di Salerno sostenendo che non ci sono ancora le condizioni di ordine pubblico per far giocare in casa la Nocerina, dopo la tormentata vicenda delle minacce degli ultrà e del derby-farsa contro la Salernitana. Non solo: il derby Paganese-Nocerina del turno successivo, primo dicembre, dovrà essere giocato fuori della Campania, probabilmente a centinaia di chilometri di distanza. Resta alta, dunque, la tensione a Nocera: la squadra, che domenica scorsa ha osservato il turno di riposo previsto dal calendario e il giorno prima aveva giocato nell’impianto di casa un’amichevole a spalti semivuoti, confidava proprio nella ripresa degli incontri di campionato per voltare pagina dopo i giorni più turbolenti della sua storia. E invece, secondo il Comitato di analisi del Viminale, la situazione non è ancora serena. Lo dimostra anche la vicenda di alcuni ragazzini delle giovanili della Nocerina presi a ceffoni in un bar di Mercato San Severino, da coetanei tifosi della Salernitana.

Dal fronte giudiziario sono 38, finora, i tifosi identificati e denunciati dalla polizia per violenza privata aggravata. Ma l’inchiesta è in pieno svolgimento, e potrà riservare ancora importanti sviluppi.

Lascia un Commento