Nocera Superiore: Autopsia su prostituta uccisa, soffocamento la causa della morte

Sarebbe morta per soffocamento Maria Ambra, la prostituta di 74 anni, il cui cadavere è stato trovato da una collega nel pomeriggio del 30 maggio in una baracca nella zona industriale di Nocera Superiore. E’ quanto emerge dai primi risultati dell’autopsia eseguita stamani nell’obitorio dell’ospedale di Nocera Inferiore. 

La donna fu ritrovata con il piede metallico di una brandina conficcato in bocca. Sul volto della donna sono state trovate anche delle ecchimosi. Il tubo di ferro avrebbe provocato anche delle lesioni alla cavità orale. Il medico legale avrà 60 giorni di tempo per presentare al magistrato inquirente la relazione completa con tutti i dettagli degli esami tossicologici ed istologici. Nei giorni scorsi i carabinieri del Reparto Territoriale di Nocera Inferiore hanno ascoltato frequentatori e conoscenti dell’anziana prostituta, in tutto una Quindicina di persone, verificando anche attraverso i tabulati telefonici le chiamate in ingresso ed uscita dal suo cellulare.

In mattinata si è diffusa anche la notizia dell’iscrizione nel registro degli indagati della Procura nocerina di un uomo di Scafati. 

Lascia un Commento