Nocera Inferiore (SA) – Processo Linea d’Ombra, alla seconda udienza consentire telecamere e fotoreporter

Telecamere e fotoreporter in aula oggi alla seconda udienza del processo “Linea d’ombra” che si sta celebrando nell’aula bunker del Tribunale di Nocera Inferiore, a carico del consigliere regionale Alberico Gambino, già sindaco di Pagani, e di altri dieci imputati. Gambino ed altri cinque imputati hanno acconsentito alla riprese delle fasi del processo. L’ex sindaco del Pdl è accusato di concussione in concorso ed associazione per delinquere finalizzata allo scambio elettorale politico-mafioso. Il collegio giudicante, formato dal presidente Anna Allegro e dai giudici a latere Paolo Valiante e Pietro Giocoli, ha accolto la richiesta di costituzione di parte civile avanzata dal Comune di Pagani, a guida commissariale, e di Amerigo Panico, uno dei principali accusatori di Gambino. La pubblica accusa, rappresentata dal magistrato della Dda di Salerno Vincenzo Montemurro, ha chiesto di utilizzare come fonti di prova le intercettazioni, l’esame di testimoni e imputati. Tra i primi testimoni oggi in aula il tenente Marco Beraldo, comandante della Tenenza Carabinieri di Pagani che avviò le indagini. Ha illustrato le fasi iniziali dell’inchiesta partita da una denuncia di Amerigo Panico. L’avvocato Diddi, difensore di Gambino, ha chiesto chiarimenti su alcune perquisizioni, tra cui quella a casa del consigliere Calabrese e ha chiesto l’origine delle registrazioni consegnate da Panico. C’è stato un botta e risposta tra pm e avvocati durante la deposizione dell’ufficiale testimone a cui hanno fatto seguito anche degli applausi da parte del pubblico presente. Il giudice è intervenuto chiedendo al pubblico di mantenere comportamenti corretti. La prossima udienza si terrà il 14 marzo quando è attesa la testimonianza del principale accusatore Amerigo Panico.

Lascia un Commento