Nocera Inferiore: Rubavano e riciclavano auto, 17 agli arresti e 32 denunciati

Sgominata all'alba di oggi fra l'Agro nocerino sarnese e il Vesuviano un'associazione per delinquere finalizzata al furto di autoveicoli e alla loro ricettazione e riciclaggio. Un centinaio di carabinieri del Reparto Territoriale di Nocera Inferiore e del Comando provinciale hanno eseguito 17 delle 19 ordinanze di custodia cautelare emesse dal Gip del Tribunale di Nocera su richiesta della locale Procura. Le indagini erano partite tre mesi fa a seguito dell'arresto di un ladro d'auto a Roccapiemonte. Ad insospettire gli investigatori e a far ipotizzare che non era un ladro qualsiasi, ma appartenente ad una organizzazione ben strutturata fu il ritrovamento di attrezzature “specialistiche”. 
In un caso è stato anche accertato che gli indagati hanno cercato di ottenere un profitto immediato dal proprietario del mezzo rubato mettendo in atto il cosiddetto "cavallo di ritorno", ovvero una somma di denaro in cambio della restituzione dell'auto. Per il resto le auto rubate venivano riciclate con il cambio del numero di telaio e delle targhe in officine già predisposte. L'organizzazione, come ha riferito a Radio Alfa il maggiore dei carabinieri Matteo Gabelloni, agiva anche su commissione e addirittura era in grado di fornire l'auto anche con il colore e gli interni preferiti.
Oltre ai 19 indagati in stato di arresto, risultano nel complesso coinvolte altre 32 persone che sono state denunciate a piede libero. Recuperati e restituiti ai proprietari anche 14 autoveicoli rubati. 

Lascia un Commento